Il mattino ha l'oro in bocca!

Ebbene sì, la nonna aveva propria ragione: una buona prima colazione è il pasto più importante della giornata, anche per il benessere della mente e della memoria.
Se non si fa colazione, ne risentono le prestazioni sul lavoro e la nostra lucidità. A provarlo sono molti studi e test psicologici: i partecipanti hanno segnato un punteggio più alto nei test collegati alla memoria nei giorni in cui avevano fatto colazione.

Gli scienziati stanno cercando di definire quale sia il tipo di colazione più idoneo per il nostro cervello. Per ora le loro indicazioni sono coerenti con il buon senso e, di nuovo, con i consigli delle nostre nonne: evitare cibi fritti, creme e dolcetti, optando invece per latte o succo d'arancia, frutta (anche secca) e cereali.

Foto: courtesy of Flickr (http://www.flickr.com/photos/rickpoon/84273297/)

Il secolo che sta volgendo al termine è stato dominato dagli acidi nucleici e dalle proteine. Il prossimo si concentrerà sulla memoria e sul desiderio. Sarà in grado di rispondere alle domande che questi temi sollevano?
François, Jacob, Il topo, la mosca e l’uomo (1998)