Tu sei il tuo ambiente... per questo sceglilo con cura ;-)

Le nuove ricerche scientifiche hanno dimostrato che un contesto stimolante porta ad un miglioramento ed intensificazione della comunicazione cerebrale e della neurotrasmissione, a qualsiasi età. In modo particolare tra i 50 e i 70 anni, la lunghezza dei dendriti (la ramificazione dei neuroni) aumenta in più parti del cervello, così come può aumentarne la densità. Questi cambiamenti compensano la perdita di neuroni. Non basta. Un ambiente ricco di stimoli aumenta la produzione nel cervello di acetilcolina, il neurotrasmettitore che è maggiormente coinvolto nei processi intellettuali e mnemonici.

L’indicazione chiara che arriva dalla scienza per una buona memoria e buone prestazioni cognitive pertanto è: continuare ad usare il cervello, esercitarlo, stare con persone ed in ambienti che stimolano ad impegnarsi.

Fonte: Cohen, Gene D. "Creativity with aging: Four phases of potential in the second half of life." Geriatrics 56.4 (April 2001): 51.
Foto: courtesy of Flickr (http://www.flickr.com/photos/manyfires/2637706380/)

Il secolo che sta volgendo al termine è stato dominato dagli acidi nucleici e dalle proteine. Il prossimo si concentrerà sulla memoria e sul desiderio. Sarà in grado di rispondere alle domande che questi temi sollevano?
François, Jacob, Il topo, la mosca e l’uomo (1998)