Come si fa a valorizzare di più la memoria?

"Come si fa a valorizzare di più la memoria? Il modo più naturale per cominciare è di decidere che argomento interessa veramente (poesia, alta cucina, la storia della guerra di Secessione o il baseball) e mettersi a fare attenzione ai fatti e alle cifre importanti della materia prescelta. Con una buona conoscenza si impara a distinguere che cosa vale la pena di ricordare e che cosa no. A questo punto è importante rendersi conto che non si dovrebbe pensare di “dover” assimilare una sfilza di fatti, che esiste una serie giusta da ricordare. Se uno decide quello che “gli” piacerebbe custodire nella sua memoria, le informazioni sono sotto il suo controllo e tutto quanto il processo di imparare a memoria diventerà un compito gradevole invece di una routine noiosa e faticosa imposta dall’esterno… è straordinario che senso di controllo dà sapere di avere sempre sottomano le poesie o i fatti che si preferiscono. Però, dopo averli accomunati nella memoria, questo senso di padronanza, o meglio di unione con la materia ricordata, diventa ancora più intenso.
Beninteso, c’è sempre il pericolo che la persona che padroneggia un campo di informazioni lo usi rendendosi spaventosamente noiosa. Conosciamo tutti delle persone che non sanno resistere alla tentazione di sfoggiare la loro memoria. Ma di solito questo succede quando hanno imparato a memoria qualcosa solo per fare colpo sugli altri. È meno facile diventare noiosi quando la motivazione è intrinseca e c’è un interesse autentico per la materia e un desiderio di controllare la coscienza invece che di controllare l’ambiente".

Da: Mihaly Csikszentmihalyi, La corrente della vita. La psicologia del benessere interiore, Frassinelli, 1992 (è la traduzione dell’opera Flow)
Foto: Courtesy of Flickr (http://www.flickr.com/photos/robindude/237906468/)

Il secolo che sta volgendo al termine è stato dominato dagli acidi nucleici e dalle proteine. Il prossimo si concentrerà sulla memoria e sul desiderio. Sarà in grado di rispondere alle domande che questi temi sollevano?
François, Jacob, Il topo, la mosca e l’uomo (1998)