Il caso PS.

Siamo negli anni novanta, in Inghilterra. PS è un paziente di sessantasei anni che aveva subito un colpo al talamo, con grosse difficoltà a ritenere gli eventi in corso e incapacità a ricordare gli episodi precedenti la malattia se non un unico periodo della sua vita. Sosteneva di essere ancora in marina, durante la seconda guerra mondiale, in licenza premio, e di dover tornare presto a bordo.

Il talamo è una stazione chiave di smistamento che collega i sistemi della parte anteriore e posteriore del cervello. Gli psicologi che si occuparono del caso di PS, ipotizzarono che la conoscenza degli eventi passati del paziente era stata disinnestata dai sistemi di recupero nei lobi frontali (che di solito consentono l’accesso). Secondo Schacter – che ha analizzato questo caso nel suo bel libro Alla scoperta della Memoria – questa ipotesi non è sufficiente per spiegare da sola l’incapacità di PS di recuperare ricordi dal proprio passato.

È verosimile che la lesione al talamo abbia in qualche modo fatto scattare un interruttore nel cervello di PS, tale per cui lui rimane intrappolato in un periodo di vita circoscritto, quello in cui era militare. Incapace di ricordare altre informazioni dal proprio passato, è convinto che dovrà a breve tornare a bordo della sua nave. Schacter scrive: “Quando le diverse componenti della conoscenza autobiografica vanno incontro a questo scollamento, cominciamo a intravedere, sotto la superficie delle rievocazioni normalmente indivise della miriade di circostanze del nostro passato, una struttura e una complessità di notevoli proporzioni. Ciò che viviamo come memoria autobiografica nasce dalla conoscenza dei periodi di vita, degli eventi generici e degli episodi specifici. Quando riuniamo tutte queste informazioni, cominciamo a raccontare la storia della nostra vita”.

Daniel Schacter, Alla ricerca della memoria, Einaudi, 2001

Il secolo che sta volgendo al termine è stato dominato dagli acidi nucleici e dalle proteine. Il prossimo si concentrerà sulla memoria e sul desiderio. Sarà in grado di rispondere alle domande che questi temi sollevano?
François, Jacob, Il topo, la mosca e l’uomo (1998)