Il processo di codificazione dei ricordi.

Il processo di codificazione implica il passaggio da una memoria di breve durata o memoria a breve termine, oggi generalmente definita memoria di lavoro, a una memoria più duratura e stabile, la memoria a lungo termine. I due sistemi, la memoria di lavoro e la memoria a lungo termine, fanno capo a differenti circuiti e strutture cerebrali.

Una persona che subisce, a causa di un ictus o di altre patologie, una lesione della parte interna dei lobi temporali, la parte del cervello che si trova, grosso modo, dietro le nostre orecchie, non ha difficoltà di memoria breve -ad esempio può trattenere in memoria per qualche secondo un numero telefonico- ma non è in grado di trasformare le memorie di lavoro in memorie durature, cioè di "consolidarle".

Le persone che sono colpite da lesioni di alcune parti della corteccia dei lobi parietali del cervello possono formare memorie durature ma sono incapaci di trattenere un'informazione, come un numero o una serie di lettere, nella memoria di lavoro e di ripeterla subito dopo, hanno cioè dei problemi del "loop fonologico".

Il secolo che sta volgendo al termine è stato dominato dagli acidi nucleici e dalle proteine. Il prossimo si concentrerà sulla memoria e sul desiderio. Sarà in grado di rispondere alle domande che questi temi sollevano?
François, Jacob, Il topo, la mosca e l’uomo (1998)