I farmaci nemici della memoria.

Sono molti i farmaci che possono potenzialmente danneggiare il nostro funzionamento cerebrale. Per questo, soprattutto in età adulta e anziana, è bene affidarsi esclusivamente alle cure del medico curante, evitando auto-prescrizioni e, quanto è peggio, i consigli spassionati e zelanti di amici e conoscenti.

Non è possibile elencare tutti i medicinali che possono interagire con la memoria, ma secondo gli studiosi sono comunque da assumere con cautela (e solo dietro prescrizione medica) in modo particolare:

- sonniferi ed antistaminici
- i farmaci che contengono alcol (possono causare confusione e temporanea perdita di memoria)
- prodotti che contengono antistamine
- tranquillanti e sedativi (possono causare confusione e temporanea perdita di memoria)
- ansioliti come le benzodiazepine
- antidepressivi
- farmaci antidolorifici.

Disturbi alla memoria possono essere causati anche dalla interazione tra farmaci.
Per qualsiasi problema, è bene rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Il secolo che sta volgendo al termine è stato dominato dagli acidi nucleici e dalle proteine. Il prossimo si concentrerà sulla memoria e sul desiderio. Sarà in grado di rispondere alle domande che questi temi sollevano?
François, Jacob, Il topo, la mosca e l’uomo (1998)