Quando i problemi di memoria devono preoccuparci.

Sono molti gli episodi e i momenti della vita in cui la memoria può risentire di qualche difficoltà. In aggiunta, sono oltre settanta le malattie o gli stati patologici, quali calo dell’udito o della vista, malattie della tiroide, ipertensione o depressione, che possono causare o aggravare smemoratezza, oblio e deficit di memoria.

Molte di queste patologie possono essere curate e guarite attraverso opportune terapie, quindi quello che è appropriato fare non è preoccuparsi e incupirsi, bensì capire quando è opportuno rivolgersi al medico.

Questi gli indizi che vanno monitorati con attenzione e dovrebbero indurvi a contattare uno specialista:

- se vi perdete spesso lungo un percorso familiare;
- se dimenticate di frequente appuntamenti importanti;
- se, nel corso di una conversazione, continuate a raccontare al vostro interlocutore la stessa storia;
- se vi scoprire incapaci di risolvere problemi semplici (ad esempio calcolare la situazione del conto corrente) che in passato avete risolto sempre con facilità;
- se avvertite cambiamenti nella vostra personalità;
- se avete problemi di linguaggio, ad esempio non riuscire a ricordare il nome di oggetti comuni come il coltello, il cucchiaio o la forchetta;
- se in certi periodi avete una percezione alterata del tempo e faticate a capire in quale momento della giornata o in quale luogo vi trovate;
- se notate un cambiamento improvviso nelle vostre capacità artistiche o musicali.

Il secolo che sta volgendo al termine è stato dominato dagli acidi nucleici e dalle proteine. Il prossimo si concentrerà sulla memoria e sul desiderio. Sarà in grado di rispondere alle domande che questi temi sollevano?
François, Jacob, Il topo, la mosca e l’uomo (1998)