Il primo regalo del tuo bimbo? Una memoria super che dura negli anni!

Nonostante le difficoltà di tutti i giorni le mamme sono in grado di superare anche gli ostacoli più grandi nel bene dei loro figli. Molti hanno definito questo impulso ad agire sempre in maniera sorprendentemente efficace come "istinto materno". Ma nessuno è mai riuscito a trovarne l'origine o a darne una spiegazione scientifica. Fino ad oggi.
La ricerca - Un gruppo di scienziati del University of Richmond, in Virginia, ha infatti scoperto che le donne sviluppano improvvisamente delle capacità mentali straordinarie subito dopo il parto. Capacità che aumentano la loro memoria, l'apprendimento e la reattività. I dettagli dello studio, condotto su animali verranno presentati all'annuale meeting della Society for Neuroscience che si terrà il mese prossimo.
Quando è il pupo che protegge la mamma - Dai risultati anticipati dai ricercatori sulle pagine del quotidiano britannico Daily Mail è emerso che le donne, dopo aver partorito, subiscono delle variazioni nelle dimensioni e nella forma di molte aree del cervello. Variazioni, queste, destinate a durare anche decenni, proteggendo le mamme anche dalle malattie degenerative.
Ormoni "riparatori" - In pratica, gli scienziati hanno scoperto che le fluttuazioni ormonali che avvengono durante il parto e l'allattamento aumenterebbero le dimensioni delle cellule che si trovano in alcune parti del cervello portando a migliorare significativamente le capacità mentali. Anche se tutti gli studi condotti finora hanno coinvolto solo alcuni animali, Craig Kinsley, professore di neuroscienze presso l'Università di Richmond, è convinto che le stesse conclusioni possano valere per gli esseri umani.
Un regalo della prole - Nel mondo animale, le madri diventano molto coraggiose, sono cinque volte più veloci a procacciare cibo e hanno una migliore capacità di orientamento rispetto alle femmine della stessa specie che non hanno figli. E per i ricercatori questo potrebbe valere anche per le donne umane.
Più sane e intelligenti - All'inizio le donne incinte attraversano una fase chiamata "baby brain", cioè un'apparente perdita di funzionalità, messa in luce da diversi studi. Tuttavia, secondo i ricercatori, si tratta di una fase fisiologico normale e temporanea. "Il cervello delle donne - ha spiegato Kinsley - subisce un rimodellamento per far fronte alle numerose esigenze della maternità. Le modifiche - ha continuato - possono durare anche per il resto della vita, rafforzando le capacità cognitive e le difese contro le malattie neurodegenerative".

Da: Tiscali donna (http://donna.tiscali.it/articoli/08/ottobre/13/supermamme_123.html)
Foto: courtesy of flickr (www.flickr.com/photos/leightphotography/438043360/)

Il secolo che sta volgendo al termine è stato dominato dagli acidi nucleici e dalle proteine. Il prossimo si concentrerà sulla memoria e sul desiderio. Sarà in grado di rispondere alle domande che questi temi sollevano?
François, Jacob, Il topo, la mosca e l’uomo (1998)